September 25, 2017

Il marchio FIAT, Fabbrica Italiana Automobili Torino, fa parte della storia stessa dell’Italia. Partendo da Torino e diventando l’automobile degli italiani per eccellenza, è arrivata dopo un secolo  ad avere una “doppia nazionalità” con gli USA, per via della fusione con Chrysler, dando vita alla FCA, Fiat Chrysler Automobiles.

La Storia della FIAT

La FIAT viene fondata l’11 luglio 1899 a Torino, per volontà di alcuni imprenditori, aristocratici, professionisti e possidenti torinesi, tra i quali vi era anche il 33enne Giovanni Agnelli, padre del famoso Gianni Agnelli che guiderà la FIAT per diversi decenni. L’idea era quella di produrre automobili sia a Torino che in scala nazionale. La denominazione iniziale era solo di FIA, alla quale si aggiunse la T in realtà per ottenere un beneaugurante significato latino (terza persona singolare del verbo Fio, ovvero “sono fatto, divengo).

I modelli storici della FIAT

Tutti gli italiani, sebbene pochi di loro abbiano vissuto gli anni di cui si parla, sono riusciti a vedere almeno una volta nella vita alcune delle macchine FIAT che hanno fatto l’epoca. Ad esempio la famosa Fiat 500 Topolino, dal nome curioso e dal design molto morbido, quasi precursore dei tmpi odierni.

Dagli anni ’50, la FIAT inizia a produrre modelli che circolano tutt’ora, sebbene fuori produzione da diversi decenni, poiché auto d’epoca e dal fascino vintage indiscusso. Tra queste vi sono la Fiat “Nuova” 500 (quella che tutti chiamano semplicemente 500), la Fiat 850 (anni ’60) e la Fiat 127 (anni ’70).

Negli anni ’80 esplode il fenomeno Fiat Uno, il cui numero di vendite batté tutti i record (e li batte tutt’oggi) con oltre 8 milioni di esemplari costruiti. Se ogni tanto si vede circolare una Fiat Uno, è proprio per questo! Un’auto minimale, sprintosa, economica, dal design semplice ma comunque piacevole.

La Fiat Uno è stata precursore anche dell’importanza che darà per molti anni la Fiat alla sostanza e l’utilità, piuttosto che al design e agli optional. Si dovranno aspettare la Nuova Punto e la Bravo per vedere un design più accattivante, così come la 500 del 2007, la super utilitaria dalle forme super sinuose.

Negli ultimi anni la FIAT, soprattutto con le sue superutilitarie, è sbarcata anche nelle grandi città degli USA, un mercato molto importante per le aziende automobilistiche che vogliano imporsi sul mercato. La presenza sul territorio grazie ad FCA potrebbe aiutare anche in tal senso, a prescindere dalle attività della nuova società.

Come noi su Facebook



Più di un museo



Auto italiane